IL PANDEMONIUM

“Ne ho abbastanza di voi! La Santa, le Fiamme… non mi interessa! Smettetela di urlare! Se avete un problema… è lì dentro che lo risolverete!”

– Diana Sig Sauer, Stygia di Rad City

Il Pandemonium è lo strumento di giustizia popolare all’interno dei confini di Rad City. Unica zona della città in cui la violenza fra cittadini è non solo tollerata, ma assolutamente prevista e incentivata, è un connubio perfetto fra la brutalità del Dopomondo e il desiderio di legge e ordine dei Trauma Korps.

PUNTO DI EBOLLIZIONE

Già dall’inizio, Rad City è stato un luogo bellicoso. Mai prima dell’apertura della città il Dopomondo aveva visto radunata insieme così tanta gente, così tanto diversa: gli Avamposti tendevano ad essere posti chiusi, isolati e i contatti con altri agglomerati erano spesso violenti e sempre guidati dai pregiudizi. Il sogno di Moses di una convivenza pacifica non era assolutamente semplice da applicare a guerrieri orgogliosi, cannibali psicopatici e mutanti paranoici. Ogni giorno qualcosa andava storto: un insulto, una Sposa che guardava male una Iena, seguaci di Santa Curie e della Fiamma che si scontravano per i loro contrasti religiosi. I Trauma Korps erano per lo più impegnati con i Sanguinamenti e in ogni caso cercavano di restare più neutrali possibile, ma il numero di morti era intollerabile. Dapprima si pensò di istituire una sorta di polizia locale formata dagli stessi Cittadini, ma l’idea fu presto scartata: questa non era Slaughter. Moses voleva mantenere la gente libera, utilizzando gli uomini di Dallas solo per le crisi più serie. No, doveva esserci una soluzione migliore, e ancora una volta fu Malabranca a risolvere quello che il Sindaco non era in grado di gestire. Ai Cittadini, disse, serviva una valvola di sfogo. Serviva un ruolo dove risolvere le diatribe. Avrebbe costruito un’arena.

LA FORZA DÀ IL DIRITTO

L’idea dietro al Pandemonium era brutalmente semplice: i due (o più) avversari entrano. Combattono fin quando uno dei due non si arrende. O non muore. Chi vince ha ragione. Funzionava: improvvisamente la violenza si placò quasi del tutto, visto che ora chi voleva poteva sfidare l’avversario e mostrare la sua forza di fronte ai suoi, una soddisfazione estremamente maggiore che una coltellata furtiva per non incorrere nell’ira dei Trauma. Parimenti i più vigliacchi fra i Cittadini si sentivano più esposti, senza più la frangia violenta a piede libero ad attirare l’attenzione delle autorità. La cosa andava bene, anche grazie alla presenza di Diana Sig Sauer. Quest’ultima era una Prebellica entrata a Rad City durante i primi Sanguinamenti, che Malabranca aveva notato per ferocia e abilità: il Diavolo sapeva benissimo di non potersi proporre come amministratore del Pandemonium, un ruolo troppo in vista per uno come lui. Ma Diana era una guerriera rispettata e appassionata e sapeva come imbastire uno spettacolo. Ancora una volta, l’analisi di Malabranca si rivelò corretta: con il titolo onorifico di Stygia, Diana ha finora gestito l’arena di Rad City in maniera impeccabile. Attualmente il Pandemonium è un’ istituzione di Rad City, tanto che viene continuamente promosso come metodo per appianare le divergenze. Raramente gli scontri al suo interno sono letali, e a volte è la città stessa a provvedere alle cure del malcapitato di turno se pensa che abbia fornito un buono spettacolo. Al suo interno talvolta la Rapsodia organizza concerti e rave e non raramente il Sindaco lo utilizza per i suoi comizi. La vita e la morte si decidono sulla polvere, a Rad City. Avrai il coraggio di lottare di fronte ai Cittadini e farti valere?

IL PANDEMONIUM IN GIOCO

Il Pandemonium è l’unica zona interna di Rad City dove potrai lottare contro un altro Cittadino. I motivi possono essere molteplici e sarà il tuo gioco a stabilirlo: è possibile concordare col tuo avversario le condizioni di vittoria (primo sangue, resa, tempo etc etc) a patto che la Stygia le accetti. Se invece sei fra il pubblico, troverai sicuramente qualcuno pronto a ricevere i tuoi bossoli per una puntata sul vincitore… sempre ammesso che non sia tu quello che organizza! Non aver paura di combattere, ma ricorda comunque che la tua vita è in gioco, quindi cerca di vincere a qualunque costo! Gloria e morte attendono in egual misura, fra le pareti del Pandemonium.