IL GRUPPO

Cagnazzo della Giudecca

rivolto ad un gruppo di Cani di Matiz
“Bé, stammi a sentire amico. Non me ne frega un cazzo se tu e quegli altri inculacapre avete fame e volete assaltare il carro della Dottoressa Karmina. La Dottoressa mi ha trovato in un fosso con una scheggia dritta nello stomaco, poteva lasciarmi crepare ma non l’ha fatto, mi ha curato senza chiedermi niente. Quindi, in virtù dell’Accordo del Serraglio, il carro, la dottoressa e quei due Cercaterra li dovete considerare roba mia. Se stanotte vedo uno di voi avvicinarsi troppo gli farò vedere che significa un Diavolo incazzato.”

Taria, Cercatrice dei Prebellici

Leader della Banda dei Fazzoletti Rossi
“Ehi! Hai sniffato kerosene amico? Non te lo dirò un’altra volta. Bess fa parte del gruppo e della carovana… e a me non frega sinceramente un corno se è una mutante baciaradiazioni e tu un invasato Bruciato. Spera che non ti ritrovi a tirare qualche scherzo o ti lascio in mezzo alla vastità senza un cazzo addosso. Dobbiamo restare uniti se vogliamo superare la gola e l’ultima cosa che mi serve è una guerra santa in un gruppo di sei persone.

Ametista dei Cercaterra

ex Violet Snake, appartenente a “The Trooper”
“Ci siamo trovati così. In fuga dal pogrom che scatenarono contro i mutanti a Blue Valley. Per le strade era un macello, ad un certo punto non interessava più a nessuno chi fosse davvero un mutante e chi no… interessava solo quello che avevi addosso. Ci trovammo nelle vecchie fogne e riuscimmo ad uscirne; da allora restiamo assieme, perché abbiamo visto che in gruppo funzioniamo decisamente meglio. ZZ Top si è inventato addirittura un nome per il gruppo, “The Trooper”… dice che è il titolo di una vecchia canzone del Mondo Andato e che muore dalla voglia di farci sentire. Amy è una Sposa mezza matta, quando c’è la luna piena se ne va a pregare la sua Madre delle Piaghe mentre Vivant fa finta di non sentire e mormora salmi a Santa Curie. Non è facile far andare tutti d’accordo, sopratutto quando Vikko si attacca con Amy; grazie al cielo abbiamo Tia che da brava Iride riesce a far andare d’accordo un Bambino della iena e una Sposa. La verità che non ammetto è che mi piacciono questi ragazzi, anche il dottor Walter quando non si mette a sezionare cadaveri. Uniti siamo qualcosa e sono troppo stanca di andare in giro da sola. Ora ho qualcosa da proteggere, è probabile che finirò nella tomba per farlo… ma ne sarà valsa la pena.

Anche (soprattutto?) in un mondo terribile come questo, c’è bisogno di rapporti umani e collaborazione.

Di certo la vastità è piena di individui che predicano la solitudine ed il viaggiare senza nessun tipo di palla al piede. Ma una regola antica recita “insieme è meglio”, e questa regola è particolarmente attuale nella Vastità. Un gruppo sono un insieme di sopravvissuti che collaborare per qualche motivo, per uno scopo o semplicemente perché qualcuno ha pagato qualcun altro per avere un aiuto.

In alcuni casi i gruppi sono individui della medesima fazione, ma è molto frequente nel dopomondo vedere gruppi composti da membri di differenti fazioni collaborare fra se, in alcuni casi addirittura diventare amici.

I casi per simili alleanze posso essere molteplici: un Cercaterra potrebbe aver bisogno di una squadra numerosa e specializzata per un viaggio difficile. Una Sposa potrebbe chiedere aiuto ad altri per liberare un gruppo di schiavi dalle Iene. Un’alleanza fra Rapsodia e Santificati potrebbe sorgere per ricostruire uno degli immensi strumenti a canne dell’antichità, mentre Prebellici e Autocombustione potrebbero unirsi in una caccia al mutante.

Come funziona un proiettile?

Ma al di là delle grandi imprese, la maggior parte delle alleanze nasce per caso e necessità, come ad esempio durante il faticoso viaggio per raggiungere Rad City. Naturalmente alcuni scogli culturali sono più difficili da abbattere di altri, e ci vuole molta fatica per costringere un devoto della Santa a collaborare con gli Ardenti o a evitare che una Iena e una Sposa si saltino alla gola. Questo tipo di gruppo è l’ideale per un non allineato, che può così mantenere rapporti con più Fazioni senza doversi sbilanciare o chiedere favori. Spesso prendono nomi diversi, come Banda, Squadrone o Tribù, capendo solo vagamente la differenza di queste parole antiche e ormai prive di senso.

Per chi non è esperto della vita del Dopomondo, può sembrare che le Fazioni siano buone solo in ruoli specifici e che solo loro sappiano fare una determinata cosa, ma non è così. Certo, i Misericordiosi sono i migliori medici conosciuti, ma anche il Serraglio deve rattoppare i suoi, così come chi possiede una mente ingegnosa non è ricercato solo dai Prebellici, ma anche dalla Rapsodia per creare nuovi e rumorosi strumenti musicali o dalle Spose per potenziare e riparare le moto. Ogni comunità deve essere in grado di autosostenersi per non svenarsi a pagare professionisti ogni volta che ha bisogno di un favore straordinario, e i gruppi misti in questo eccellono, coprendosi a vicenda nei lavori in cui non sono specializzati.

É difficile avere una ricetta unica per sopravvivere al Dopomondo. C’è chi crede nell’essere solitario, chi si fida soltanto di quelli della sua Fazione e chi vive in un gruppo misto. Di certo questi ultimi hanno un vantaggio enorme rispetto agli altri: conoscono meglio quanti pericoli il mondo possa nascondere.