NOMI

Santificati, Preti delle Radiazioni, Madri purulente, Baciamostri (dispregiativo)

DESCRIZIONE

Tre cose sopravvivono a un olocausto nucleare: gli scarafaggi, i biscotti industriali e la religione. Devastata, storpiata, maledetta, ma sopravvive.

Quando nacque il Dopomondo, nei primi periodi dopo le guerre e le distruzioni, nacquero molte piccole religioni: figlie della follia, della fame e della dissoluzione di ogni codice morale venivano accumunate dall’estrema violenza. In un mondo così selvaggio poco aveva senso come predicare pace e armonia, mentre molto successo ebbero religioni guerriere o miti della forza. In questa grande confusione le antiche religioni vennero dimenticate, o spesso imbastardite dalle nuove credenze, creando degli ibridi folli ma spesso di grande successo.
Nell’oscurità invece nacque un movimento degli umili, secondo molti nato dalle credenze di chi veniva oppresso e più aveva subito gli effetti delle radiazioni circolanti nel mondo. Lì, nell’oscurità una nuova voce iniziava a diffondersi distribuita da una mano scorticata all’altra: qualcuno, si diceva, aveva previsto tutto. Una donna era morta per i nostri peccati, dicevano, molto prima del Dopomondo. La follia, qualche sprazzo di conoscenza di un vecchio libro e l’ibrido con il poco che si ricordava delle vecchie religioni e la figura della donna venne mitizzata come colei che per prima comprese il grande potere del Gamma, e che donò all’uomo sacrificando la sua stessa vita.


Alla sua morte ci furono due Avventi, ad annunciare la fine del Mondo: Chernobyl e Fukushima, le prime note della canzone che avrebbe ricreato il mondo. Poi, l’Avvento Gamma vero e proprio, che avrebbe benedetto la Terra col dono della Radiazione.
Il nome di questa donna era Marie Curie. La storia l’avrebbe ricordata come Santa Curie.
Era nata una nuova religione, i cui primi adepti furono i poveri e gli indifesi che poterono elevare a santificati gli orribili effetti delle mutazioni per le quali venivano perseguiti e tanto soffrivano: le piaghe, le malformazioni erano benedizioni ed il dolore che portavano solo una prova illuminata per il sogno di un Paradiso Gamma da meritare in vita. Orde di mutanti e malati si unirono, forti della loro incrollabile fede; interi avamposti dove i mutanti venivano utilizzati come schiavi si ribellarono ai loro aguzzini e innalzarono rozzi tempi di lamiera alla Madre del Bario. Il popolo crebbe, la fede si diffuse. I Profeti predicarono il credo di Santa Curie e presto nelle Vastità si cominciarono a erigere veri e propri luoghi di culto e baraccopoli di disperati. Una nuova fede era nata, una fede solida e splendente.

Instancabili missionari e prolissi predicatori, i membri del Culto sono una visione comune in tutti gli Avamposti. Predicano l’amore per le radiazioni e ciò che hanno prodotto, non rifiutando il costante aumento di mutanti come una piaga da sterminare ma come il nuovo da abbracciare.
Organizzati, equipaggiati e motivati oltre ogni dire, spesso occupano luoghi di potere e sono temuti e venerati in ugual misura: fra tutte le zoppicanti e assurde religioni del Dopomondo si sono imposti come la più numerosa, grazie alla presa su disperati e mutanti.

IDEALI

La ragione d’essere del Culto è diffondere radiazioni e mutazioni e proteggere chi già ne è stato benedetto.

Questa diffusione raramente avviene in maniera estrema (ad esempio tramite la contaminazione di interi avamposti) in quanto è raro che i fedeli vogliano partecipare a guerre di conquista. Viene preferito l’utilizzo della persuasione e la diffusione di un credo dal forte potere nelle frange più deboli e misere. Il Credo prevedere che i mutanti saranno portati nella morte nel verde Paradiso Gamma, dove vivranno in abbondanza e pace: in un mondo disperato come questo, una qualunque speranza di redenzione e fede può diventare tutto per chi non ha niente.

Non bisogna tuttavia considerare i fedeli di Santa Curie dei molli e arrendevoli. Avendo il culto un fortissimo ascendente sui più deboli, esso può contare su enormi numeri di fedeli nascosti tra i poveri, i servi e gli schiavi che in ogni momento possono essere chiamati alla guerra contro chi opprime le vite dei loro fratelli.

Non mancano nel Culto anche individui di cultura, la cui dedizione nel comprendere il Mondo Andato quasi rivaleggia con quella dei Ricercatori Prebellici. Come un membro della Rapsodia cerca di comprendere la musica del passato, loro studiano ogni testo esistente che parli della storia delle radiazioni o del loro studio. Da questo sono nati riti che mescolano caratteristiche del vecchio cristianesimo (come comunioni o confessioni) ad una conoscenza scientifica semplificata e molto sommaria. I loro riti, divenuti vitali per dare unità ai Santificati, usano spesso parole come “brillamento”, “irradiamento” o “plutonio” anche se pochi davvero ne comprendono il significato.

Come in ogni religione ovviamente non mancano Fazioni o visioni del culto particolari. Celebri ad esempio sono gli abitanti della Discarica benedetta: costoro girano per il Dopomondo cercando vecchi macchinari medici dai simboli radioattivi (come apparecchiature per le radiografie) ritenendo ogni macchina trovata un passo che li avvicina di più al Paradiso Gamma. Di norma tali visioni sono tollerate dalle Pontifex e molto raramente dei comportamenti vengono considerati eretici e puniti duramente.

É importante notare come i Santificati non parlino mai di un Dio, ma solo della Santa. Spesso si rivolgono a Marie Curie solo come “Lei”.

Grixis

dei Cani di Matix. Rinato nella Santa
“Non sai per quanto tempo ho temuto il mio stesso corpo. Il mio sesto dito, l’orribile escrescenza sul mio volto… mi rendevano furioso, e arrabbiato senza una ragione. Poi il Culto mi ha rivelato che è tutto un piano della Santa. Lei ci ama per come siamo. Da allora uccido quanto prima, ma offro a lei le vite che prendo!”

Crisadora Fuyutsuki

Pontifex
“Non devi temerci, eretico. Non abbiamo fretta. Presto o tardi, tu e il tuo seme morirete da soli e i Figli del Bario regneranno. Fino ad allora, perché non collaborare? Forse la Santa vedrà i vostri sforzi e vi ricompenserà, nel Paradiso Gamma.”

Marcos Oliveida

Capitano degli Executor
“Si, so quello che hanno fatto alla tua famiglia e so dove loro vengono tenuti prigionieri. Non preoccuparti figliolo, io e la mia squadra abbiamo ricevuto la benedizione ad agire e lo faremo questa notte stessa. Tu dovrai soltanto guidare il tuo furgone alla fonte dalla quale l’avamposto si abbevera e versare il contenuto di bidoni all’interno dell’acqua. Questo diffonderà i dolori della mutazione e nel caos noi sobilleremo gli altri abitanti. Nel giro di pochi giorni i padroni verranno impiccati, la tua famiglia libera e questo avamposto rinascerà nella luce della Santa. Ovviamente quello che verseremo ucciderà degli innocenti, ma essi verranno accolti con amore nel Paradiso Gamma, mentre gli indegni non diverranno altro che cenere radioattiva”

ORGANIZZAZIONE

La barcollante e delirante chiesa di Santa Curie è principalmente matriarcale, ma anche i maschi possono ambire a posizioni di potere, soprattutto militare.

EREMITE SANTE

Non hanno un reale potere nella chiesa, ma queste folli vivono in luoghi in cui le radiazioni sono così alte da, si dice, scorticare un uomo. I luoghi più prossimi a questi territori divengono luoghi di culto dove le Eremite scendono per benedire i fedeli. Vengono viste come sante viventi e le loro parole non vengono mai ignorate dai fedeli.

EXECUTOR

il braccio armato dei Santificati, il cui scopo formale è quello di proteggere i mutanti ed i fedeli da chi vuole perseguirli ed opprimerli. Tra loro ci sono bruti violenti che nella fede hanno trovato una ragione di vita, così come sottili comandanti che li guidano. Sono armati molto bene per la media, con Shocker di qualità, armi resistenti e spesso una qualche armatura di sorta col Fiore della Santa in bella vista. Più che specializzarsi negli scontri aperti come Prebellici o Iene, loro sono esperti di guerriglia e possono trasformare delle semplici risse in vere e proprie rivolte.

PONTIFEX

Quasi unicamente donne, figure autoritarie rappresentano tutto ciò in cui il Culto crede. Sono spesso mutate in maniera orribile, e vestono strani pastrani a metà fra kimono e abiti pesanti invernali, ispirati dalle poche e frammentarie notizie che rimangono su Fukushima e Chernobyl. Benedicono i fedeli tramite il Bacio Gamma, appoggiando le loro labbra radioattive e verdastre sulla loro fronte.

FEDELI

I Fedeli credono a Santa Curie e ne sussurrano il nome nelle loro preghiere. Una stragrande maggioranza di sopravvissuti al Dopomondo accetta la Santa come un dato di fatto: in fondo, al contrario di molte altre religioni, possono vederne l’operato nella vita di tutti i giorni, nelle mostruose mutazioni e nella devastazione della Terra. Chi potrebbe aver ridotto il mondo in questo stato, se non un atto divino? Di conseguenza, è molto comune sentire imprecazioni come “Per la Santa!” o “Curie ci protegga!” anche da membri di Fazioni totalmente slegate al culto. Un Fedele spesso non appartiene alla fazione ma ne condivide la fede: questo porta anche a bizzarri avvicinamenti tra gruppi ostili dal medesimo credo.

ASPERSOR

I predicatori che portano la parola della Santa nelle Vastità. Sono in genere il primo contatto che un Avamposto ha con il Culto, e girano spesso con una nutrita scorta di Executor. Abili con le parole e comprensivi dei dolori della popolazione, sono la forza reclutatrice che ha reso Santa Curie la religione più diffusa nel Dopomondo.

RINATI

i membri più bassi del Culto, venerano la Santa e vivono della protezione della fazione. Sono pronti a diventare armi nel caso i sacerdoti chiedano di agire. Vivono nella convinzione di essere benedetti e che un giorno ascenderanno al Paradiso Gamma.

I RAPPORTI CON GLI ALTRI

Il Culto riceve e assiste chiunque non gli sia apertamente ostile, nel tentativo di portarli dalla propria parte grazie a dimostrazioni di generosità e potere. Inutile dire che, in un’epoca disperata come questa, un piatto di zuppa può facilmente garantire un nuovo amico; questo è un concetto che la chiesa da lungo tempo ha compreso offrendo asilo ai più deboli e agli umili in un mondo in cui difficilmente i poveri ricevono supporto.
Un membro di una differente fazione può comunque credere nel potere della Santa, pur restando fedele ai suoi principi e alla sua famiglia. Il Serraglio ed alcune Spose vedono in Santa Curie una salvatrice o un esempio, mentre alcune band della Rapsodia dedicano a lei intere composizioni. Ovviamente altri gruppi sono apertamente ostili agli ideali dei Santificati, come i Prebellici e i loro nemici giurati, la Chiesa dell’Autocombustione.
Al contrario di questi ultimi, il Culto non ha molto interesse nel commercio, vivendo delle innumerevoli offerte che i fedeli fanno spontaneamente o dei tributi che raccolgono gli Aspersor.

ARCHETIPI

Predicatori mutati, Suore Armate, Chierici Nucleari, Adoratori dell’Apocalisse

SIMBOLO

Il simbolo del materiale radioattivo fatto di petali.

VISTI DA FUORI

Frikk

Sottodottore del Gulag della Misericordia
“Non ci sono apertamente ostili, ma il loro agire è inevitabilmente un possibile ostacolo per il Sano Domani. Per molto tempo i Misericordiosi hanno cercato di curare quelle radiazioni che loro benedicono, e di arginare le infezioni che diffondono. Ma i Vedenti hanno parlato anni fa, definendo come il nostro operato non necessariamente deve portare alla lotta alle mutazioni: dopotutto molti Infermieri e anche Misericordiosi sono dei mutanti. Forse questa è la forma che l’uomo avrà nel Sano Domani. Oggi non possiamo saperlo ma dobbiamo scoprirlo. Difficilmente potremo condividere la loro fede, ma io dico che non puoi arginare un fiume, ma puoi studiarlo e approfittare del suo corso”

Bant

Prebellici
“Sono ovunque, e aumentano ogni giorno. Ti preparano da mangiare nelle locande, portano i carichi negli Avamposti commerciali, puliscono e rimontano le auto. Si, sembrano tutti miti e caritatevoli, ma sai che ti dico? Che succede se qualcuno fa la mossa sbagliata e li fa incazzare? Come fermi una rivolta di stronzi che escono da ogni parte? Chi fermerebbe una marea simile?”

Rusty l'Allegrone

Membro della Banda degli Impiccati (Serraglio)
“Difficile non amarli, soprattutto quando per tutta la tua vita ti hanno trattato una merda per via del tuo aspetto. E allora per la fede finisci a fare di tutto. Ti ricordi Fosso Nero? Erano cominciati gli scontri tra noi, i Green Canaries dei Cercaterra e una squadra di Iene che voleva controllare il mercato. Non passava giorno che qualcuno ci rimetteva la pelle. Poi un giorno, dal nulla, se ne esce Veronika Hideoshi, la pontifex. Visita noi e benedice i mutanti, visita i Canaries e benedice i mutanti, visita i Bambini della Iena e benedice i mutanti. Alla fine organizza una messa tutti assieme e io mi trovavo lì, a fianco ad una Cercaterra con un occhio solo e una di quelle Iene grosse e normalmente incazzate. Tutti lì a lodare la santa senza il minimo desiderio di farci a pezzi l’un l’altro. Poi ovviamente si chiacchiera, si ragiona sulle parole della pontifex e ci rendiamo conto che siamo tutti dei mutanti del cazzo che vogliono un posto in cui vivere. Quella sera ho scopato con Lynda dei Green Canaries e il giorno dopo il nostro capo, il loro e lo Strarosta delle Iene si sono incontrati per un accordo. Ci abbiamo guadagnato tutti. Ditemi quello che vi pare ma se la Santa chiama io da allora rispondo”

IL CULTO DELLA SANTA A RAD CITY

I Santificati hanno sempre avuto un rapporto ambivalente con il precedente sindaco Heston Moses: in principio non mancarono gli scontri tra lui e la pontifex Nastassjia Ishikawa, inviata a coordinare i fedeli mutanti che giungevano a superare i Sanguinamenti inseguendo il sogno di Rad City.

Furono questi sconti a fornire carburante alla Rivolta di Gentian, quando uno dei Traumakorps guidò una sommossa contro il governo cittadino.

Ma se da un lato la Pontifex si dimostrava ostile al sindaco, dall’altra il braccio destro di Moses (e secondo alcune malelingue il vero governatore della città) era il vicesindaco Viktor, fedele membro del Culto. 

Lungo gli anni i fedeli sono stati una presenza costante nel controllo della città, combattendo per difenderla e studiandone le minacce. Durante gli scontri con i misteriosi Verdi, una fazione di mutanti ostili, a lungo i Santificati si sono domandati quale fosse il loro posto nel disegno di Santa Curie. La Pontifex dichiarò i Verdi degli eretici, in quanto ignoranti della figura della santa e perché eleggevano loro a divinità da venerare.

La Pontifex Ishikawa trovò la morte durante il Massacro del Settore D, sebbene alcuni raccontino di averla vista camminare tra i depravati aspettando la benedizione radioattiva. Ad oggi non ci sono notizie del ritrovamento del suo corpo e molti si chiedono se i suoi segreti siano davvero andati perduti.

Viktor prese il comando come Sindaco della città alla morte di Moses e divenne il riferimento per tutti quei cittadini che dovettero abbandonare il territorio come conseguenza del Massacro. La sua luce si spense alcuni mesi dopo, di lui resta l’abnegazione e il suo ricordo rispettato come esempio da tutti i cittadini di Rad City, indipendentemente dal credo e dalle alleanze.

Durante l’esodo dei cittadini i fedeli si sono radunati attorno alla figura di Da’Rya Mejakova, un Aspersor del Culto che oggi è la principale figura religiosa per i Santificati di Rad City. Nonostante la giovane età molti si aspettano grandi cose dalla sua figura, forgiata durante gli anni di lotta all’interno della città e come principale braccio destro della pontifex.

ELEMENTI IDENTIFICATIVI

Sarete identificati da uno o più MONILI RAFFIGURANTI IL SIMBOLO DEL CULTO. Tipologie di monili e materiali sono a vostra scelta, curatevi tuttavia che l’effetto finale sia molto appariscente.

Dar'Rya Mejakova

Aspersor
Nessuno ha vissuto quello che noi conosciamo. Per anni siamo stati scacciati, odiati e disprezzati per qualcosa che gli sciocchi non riuscivano a comprendere e che gli idioti consideravano un castigo caduto dal cielo. Ma noi oggi conosciamo, quelle piaghe sono benedizioni. La nostra vita è la luce radioattiva che illuminerà il Dopomondo e porterà ad un glorioso domani per l’uomo. Ricordate: Lei ci vuole Radioattivi”